2 modi per fare un’ottima maionese vegana



Per aggiungere un delicato sapore alle verdure o ai legumi, oppure anche da usare come ingrediente per cous-cous o altri grani sminuzzati.

PRIMO METODO

2 dl di olio del seme che perferite (al posto dell’olio d semmi potete usare olio di oliva, ma in questo caso la quantità deve essere uguale a quella del latte di soia)

100 gr di latte di soia non dolcificato

1 cucchiaino di succo di limone (la quantità va decisa a piacere)

1/2 cucchiaino di senape (la quantità va decisa a piacere)

1 pizzico di sale

Mescolate il latte di soia e il succo di limone e sbattete con una frusta o con un minipimer per 30-40 secondi. Potete anche usare un frullatore.

A questo punto, sempre sbattendo, iniziate ad aggiungere l’olio a goccia, in modo che si incorpori e il composto diventi sodo, verso la fine aggiungete la mostarda e regolate di sale.

 

SECONDO METODO

100 grammi di tofu morbido (quello di tipo giapponese, detto seta)

2 dl di olio del seme che preferite

2 cucchiini di succo di limone

2 cucchiaini di senape

1 pizzico di sale

Mescolate il tofu, il succo di limone e la senape. Sbattete con una frusta o con un minipimer per 30-40 secondi. Potete anche usare un frullatore.

A questo punto, sempre sbattendo, iniziate ad aggiungere l’olio a goccia, in modo che si incorpori e il composto diventi sodo, verso la fine regolate di sale.

 

Per tutte e due le ricette l’olio può essere in quantità variabile, a seconda del tipo di consistenza che si vuole ottenere per la maionese. Ognuno può regolare gli ingredienti a suo gusto.