L’agricoltura biologica

biologico

Traduciamo dalla pagina della Comunità Economica Europea cosa si intenda per Agricoltura Biologica (Organica). Spesso su questo tema ci sono aspettative e fraintendimenti, per cui è meglio avere le idee chiare e sapere quali sono i limiti precisi imposti dalle leggi europee. Questo articolo parla di tutto quanto ha a che fare con l’agricoltura biologica, per cui vegetali e animali.

“Detto in modo semplice, l’agricoltura biologica è un sistema di produzione che cerca di fornire a te, consumatore, cibo vero, fresco e saporito, rispettando i cicli naturali.

Per ottenere questo risultato l’agricoltura biologica si appoggia a obiettivi e principi, oltre che a pratiche comuni progettate per minimizzare l’impatto umano sull’ambiente, assicurando, nello stesso tempo, che il sistema funzioni nel modo più naturale possibile.

Pratiche tipiche dell’agricoltura biologica includono:

  • Ampia rotazione delle specie piantate come prerequisito ad un uso efficiente delle risorse disponibili nel terreno.
  • Limiti molto stretti sull’uso dei pesticidi chimici sintetici e dei fertilizzanti sintetici, degli antibiotici negli allevamenti, degli additivi nei cibi, durante la catena di lavorazione o altro.
  • Proibizione assoluta dell’uso di organismi geneticamente modificati.
  • Avvantaggiarsi delle risorse disponibili in sito, come il letame proveniente dagli allevamenti da usare come fertilizzante o prodotto dall’alimentazione all’interno della fattoria.
  • Scelta di piante e di specie animali resistenti alle malattie ed adattate alle condizioni locali.
  • Crescita degli animali in un ambiente libero, all’aria aperta ed alimentati con cibo biologico (organico).
  • Utilizzo di pratiche di riproduzione appropriate alle varie specie.

Ma l’agricoltura biologica è anche parte di una catena di approvvigionamento più ampia, che riguarda la lavorazione dei cibi, la loro distribuzione e vendita e alla fine di tutto, voi, come consumatori. Così, tutte le volte che acquistate una mela biologica nel vostro supermarket o scegliete un vino biologico dal menù del vostro ristorante preferito potete essere sicuri che sono stati prodotti rispondendo a strette regole stabilite per rispettare l’ambiente e gli animali.

Per gli agricoltori biologici un suolo fertile e il rispetto dell’ambiente sono di cruciale importanza per gli “umani” e per gli animali. Gli agricoltori biologici rispettano l’ambiente attraverso:

  • L’uso responsabile dell’energia e delle risorse naturali
  • Il mantenimento della biodiversità
  • Il mantenimento dei bilanciamenti ecologici della regione in cui lavorano
  • Il miglioramento della fertilità del suolo
  • Il mantenimento della qualità dell’acqua

Gli agricoltori biologici rispettano gli animali:

  • Promuovendo la loro salute e il loro benessere
  • Rispondendo alle specifiche necessità di comportamento degli animali
  • Usando responsabilmente l’energia e le risorse naturali
  • Mantenendo la biodiversità
  • Mantenendo i bilanciamenti ecologici della regione in cui lavorano
  • Migliorando la fertilità del suolo
  • Mantenendo la qualità dell’acqua

Coloro che lavorano biologicamente i prodotti naturali e, per estensione, i gestori delle reti distributive di alimenti, hanno gli stessi scopi degli agricoltori biologici: nello specifico la fornitura di alimenti lavorati freschi ed autentici in modo da rispettare la natura e i suoi sistemi.

Importanti principi per la lavorazione di prodotti biologici includono:

  • Rigorosa restrizione sugli additivi e sui prodotti per la lavorazione che possono essere usati
  • Rigorosa restrizione sulla presenza di sostanze chimiche sintetizzate
  • Proibizione dell’uso di organismi geneticamente modificati

Mentre l’agricoltura biologica cerca di tenere le pratiche utilizzate a stretto contatto con le radici tradizionali e lavora in armonia con la natura, la lavorazione biologica dei prodotti riflette una quantità di gusti e di preferenze di alimentazione dei consumatori moderni.

Così, insieme alla vasta gamma di frutta, vegetali e carni di ottimo gusto, i prodotti biologici moderni possono, e devono, includere:

  • Cibo per la prima infanzia
  • Vino ottenuto da vigneti di agricoltura biologica
  • Birra
  • Yogurt
  • Dolci
  • Pane
  • Cereali per la prima colazione
  • Biscotti
  • Succhi di frutta
  • Frutta e verdura in scatola
  • Pasti pronti
  • Caffè
  • Te

Di fatto, poiché gli agricoltori biologici tendono a scegliere tipi di piante ed animali meno conosciuti che hanno però grande resistenza agli infestanti e alle malattie e maggiore adattabilità alle condizioni locali e stagionali, il settore della lavorazione biologica degli alimenti ha una gamma vastissima di prodotti a sua disposizione.

Poiché il biologico si configura in una gamma vastissima di prodotti, la loro distribuzione ai consumatori deve anch’essa avvenire attraverso forme diversissime. Tipici canali di distribuzione attraverso i quali i consumatori possono entrare in contatto con i prodotti biologici sono:

  • Mercati biologici locali specializzati
  • Negozi biologici specializzati in aree rurali o metropolitane
  • Banchi lungo la strada in aree rurali
  • Fattorie nelle quali viene prodotto cibo biologico
  • Invio a casa vostra o a un punto di raccolta attraverso siti web che svolgono questo servizio di distribuzione di alimenti biologici.”

http://ec.europa.eu/agriculture/organic/organic-farming/what-is-organic-farming/index_en.htm