Il Cavolfiore: proprietà antinfiammatorie

Il cavolfiore è una verdura molto amata e molto frequente sulle nostre tavole, e per ottime ragioni. Fa parte della famiglia delle Brassicacee, piante erbacee molto diffuse nel bacino mediterraneo che, oltre ad essere molto gradevoli, presentano caratteristiche benefiche molto peculiari. Sono state scientificamente dimostrate le proprietà antitumorali di queste verdure; infatti non solo il cavolfiore, ma anche altre verdure di questa stessa famiglia, come cavoli, broccoli, ravanelli, rucola, sono ricchissime di sostanze antitumorali come i glucosinolati e gli isotiocianati. Nomi complicati, ma quello che ci interessa è sapere che queste molecole hanno attività antibatterica, antifungina e antinfiammatoria e inibiscono lo sviluppo del cancro attraverso molteplici meccanismi. Per ottimizzare al massimo l’attività di queste sostanze, in cucina bastano due piccoli accorgimenti: il primo è cuocere le pietanze al vapore, che risulta essere il metodo di cottura migliore, il secondo è quello di tagliare o masticare a fondo queste verdure per consentire la migliore digestione di queste sostanze.

Cecilia Gorla